Your browser version is outdated. We recommend that you update your browser to the latest version.





Martin Stynes FRSA, is an Irish artist and a Fellow of the Royal Society of Arts. He lives and works in Venice, Italy.

His paintings are inspired by wild and primitive landscapes and the ever changing colour and atmosphere of the land and sky.

From an early age he has acknowledged the importance of the American Abstract Expressionist School and the works of JMW Turner and other European Romantic landscape painters.

“My paintings come from observations of the land and when I look at a landscape I feel a sense of awe and wonder that can be overwhelming; the beauty of the world is heartbreaking. I react emotionally to the land; my memories of loss and of joy, or a remembered poem, will influence me and  drive my painting. My emotions are anchored to the landscape. When I paint, I feel that I am entering a world of child like simplicity, but complex cognitive processes, of which I am largely unaware, control my actions. When the time comes that the painting is completed, I become conscious of the resulting image, I see the painting is finished – yet the finished piece is often not what I expected to see."

(Interview with ArtStack magazine, 2013)

Martin has had Solo shows at The Metropolitan Gallery Manchester UK, Neoartists Gallery Manchester UK, LiKailin Gallery Manchester UK and Space2 Cape Town South Africa

His work is in several private collections in the UK, Netherlands, Ireland, Norway, USA, Italy, Greece, Australia and South Africa

He’s also participated to Group shows in London, Florida, Manchester, Dublin and Venice.

 

Martin Stynes, membro della Royal Society of Arts, è un artista irlandese che vive e lavora a Venezia.

I suoi dipinti sono ispirati dai paesaggi primitivi e selvaggi, dal colore multiforme e dall’atmosfera del cielo e della terra. Fin dalla giovinezza e dagli esordi ha assimilato e fatto propria la lezione dell'espressionismo astratto americano, l'opera di JMW Turner e di alcuni altri paesaggisti del Romanticismo.

"I miei dipinti nascono dall'osservazione del territorio, quando osservo il paesaggio provo sentimenti di stupore e meraviglia che possono essere travolgenti; la bellezza del mondo è struggente. Reagisco emotivamente al paesaggio; i miei ricordi di perdita e di gioia, o il ricordo di una poesia prendono il sopravvento e informano la mia pittura. Le mie emozioni sono ancorate al paesaggio. Quando dipingo è come se entrassi nel mondo di un bambino con semplicità, ma le mie azioni sono controllate da processi cognitivi complessi, della maggior parte dei quali non sono consapevole; quando il dipinto è finito, sono cosciente dell’immagine, vedo che il quadro è compiuto, ma spesso il risultato si discosta dalle mie aspettative.”

(Intervista con ArtStack magazine, 2013).

Martin ha tenuto mostre a Manchester: Metropolitan Gallery, Neoartists Gallery e LiKailin Gallery; a Città del Capo: Space2 Gallery. Le sue opere sono in molte collezioni private nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, in Irlanda, in Norvegia, negli Stati Uniti, in Italia, in Grecia, in Australia e in Sud Africa. Inoltre ha partecipato a diverse collettive a Londra, Manchester, Dublino, Venezia e a Saint Petersburg (Florida, USA). 

Translation by Luigi Ricci 2015